La Puglia è una regione ricchissima di varietà di olio extravergine di oliva ,in quanto gli abitanti delle nostre terre riconobbero da subito nell’olivo un frutto importantissimo per il loro fabbisogno.
In questa ricca varietà lOgliarola è una delle cultivar di olive da spremitura più diffuse ,non solo in Puglia ma in tutto il sud Italia, Ogni micro territorio ha la sua varietà di Ogliarola  che a seconda delle caratteristiche del suolo, del clima, dell’età dell’uliveto, si esprime con differenti sfumature distintive, tanto che nel tempo si sono sviluppati nomi specifici che potessero identificare con esattezza la provenienza.
In Puglia le tre varietà di Ogliarola più diffuse sono appunto: Garganica, Barese e Salentina.

Il Territorio

Da nord , appena si varcano i confini pugliesi , sulla sinistra si erge il promontorio del Gargano, imponente e misterioso, che da subito fa notare la varietà dei sui paesaggi, un misto di coste ammantate dal verde dei pini e incantevoli baie dall’acqua cristallina , rigogliose foreste e muretti a secco che corrono lungo le vie d’accesso alle antiche masserie immerse in un mare di uliveti secolari, mandorli e agrumeti, qui l’Ogliarola garganica, grazie al microclima così favorevole, è la cultivar autoctona più diffusa.

Caratteristiche della pianta

Gli olivi sono alti e molto robusti, è una pianta rustica e di veloce crescita. Non è affatto raro, trovare piante dalle dimensioni notevoli, grazie ad una predisposizione naturale della cultivar e all’età di molti esemplari che superano abbondantemente i 100 anni. La maturazione è abbastanza tardiva, da metà ottobre a metà novembre.
L’oliva ha una dimensione medio-piccola e il suo peso oscilla dai 2 ai 3 grammi, ulteriore testimonianza dell’età degli impianti.

Caratteristiche dell’olio

Di colore giallo oro con leggeri riflessi verdolini, abbastanza viscoso. All’olfatto è molto piacevole, media l’intensità dei profumi fruttati con un caratteristico sentore mandorlato. In linea di massima l’olio monocultivar Ogliarola si presenta con un fruttato medio, quindi più intenso rispetto al Leccino. Il sentore di amaro e piccante risulta molto equilibrato, di media intensità. Nel complesso un olio armonioso, elegante con un suo carattere che riesce a coniugare aromaticità e corpo, equidistante tra le varie componenti, nessuna delle quali prevarica mai sulle altre. Un olivo antichissimo da cui si ottiene un extra vergine molto moderno che incarna perfettamente il gusto della stragrande maggioranza dei consumatori che cerca prodotti di qualità in grado di sostenere la maggior parte dei piatti senza mai apparire troppo “protagonista”.

In Cucina

essendo un olio fresco, equilibrato, mediamente intenso e appena amarognolo e piccantino nel finale , è ideale per un consumo sia a crudo che per la preparazione di minestre, sughi e fritture. L’olio da Ogliarola garganica si abbina perfettamente ai piatti della tradizione garganica, primo fra tutti il “pancotto”, quindi fave e cicoria e il classico ma intramontabile pane e pomodoro.

Se quello che cerchi è un olio profumato, elegante ed armonico, se non ami gli oli troppo dolci ma neanche quelli troppo decisi, un olio monocultivar Ogliarola Garganica è proprio quello che fa al caso tuo.