"Mangiare, è incorporare un territorio"

(Jean Brunhes)

.

Colto è un olio extravergine di oliva biologico che nasce da  cultura e tradizione, ma che ha voglia di comunicare che produrre olio non è strettamente legato ai retaggi tradizionali, alle solite etichette verde oliva sugli scaffali, perchè tradizione non vuol dire vuota ripetizione, e diventa sinonimo di cultura quando sa reinventarsi, miscelando antichi saperi e nuove metodologie, mettendoci cura e introducendo buone pratiche spesso dimenticate.

E lo fa prestando la giusta attenzione verso la materia prima in modo che resti lontana da qualsiasi tipo di concime chimico e diserbanti, e cercando di comunicare che assaporando i prodotti di una terra se ne incorpora la cultura e le tradizioni.

In un periodo di spettacolarizzazione culinaria, mirata alla confusione alimentare, cerchiamo di trasmettere che la consapevolezza della scelta di ciò che si porta in tavola è un atto politico, fondamentale per porre nuove basi, percorrere altre strade, gettare le fondamenta per una diversa visione: non più “come abbiamo sempre fatto” ma “ragioniamo su come è giusto che sia”. Un atto politico per rispettare se stessi, sostenere le proprie radici e la cultura di un territorio.